+39 055 83 67 344 info@idsvaldisieve.it

Parte la lotteria degli scontrini: dal 1° febbraio 2021 per gli acquisti effettuati con bancomat e carte si potrà partecipare alle estrazioni dei premi in palio. Come funziona, come partecipare e cosa si vince? Di seguito tutte le informazioni utili per consumatori ed esercenti.

La lotteria degli scontrini parte ufficialmente da oggi, 1° febbraio 2021.

Per le spese pagate con carte, bancomat ed altri mezzi tracciabili, si potrà richiedere l’acquisizione del codice lotteria, primo passo per partecipare alle estrazioni dei premi in palio.

Come funziona la lotteria degli scontrini, quali sono le regole per partecipare alle estrazioni e quali i premi previsti?

A definire le regole ufficiali è il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate e Dogane, pubblicato sabato 29 gennaio 2021.

La prima estrazione, per gli acquisti effettuati dal 1° febbraio 2021, è fissata a giovedì 11 marzo. Sono dieci i premi mensili da 100.000 euro per chi compra, ed altrettanti da 20.000 euro per gli esercenti.

Da giugno 2021 la lotteria degli scontrini prevede inoltre estrazioni settimanali, con 15 premi da 25.000 euro per i consumatori e da 5.000 euro per gli esercenti. Nel 2022 ci sarà la prima estrazione annuale, con un premio da 5 milioni di euro per gli acquirenti e da 1 milione di euro per gli esercenti.

La lotteria degli scontrini, misura anti-evasione parallela al cashback, poggia sul conflitto di interessi tra consumatori ed esercenti.

La Legge di Bilancio 2021 ha eliminato la sezione di premi per i pagamenti in contanti. Per partecipare alla lotteria degli scontrini sarà necessario pagare con carte e bancomat.

Il primo passo utile per partecipare alle estrazioni della lotteria degli scontrini sarà dotarsi del codice lotteria, da richiedere sul portale dell’Agenzia delle Entrate e delle Dogane.

Facciamo quindi il punto, per capire come funziona la lotteria degli scontrini.

Lotteria degli scontrini: come funziona, premi e come partecipare dal 1° febbraio 2021

La lotteria degli scontrini è il nuovo “accattivante” metodo di contrasto all’evasione fiscale, che punta a stimolare al corretto adempimento degli obblighi IVA con la promessa di lauti premi in denaro.

Stando alle novità contenute nella Legge di Bilancio 2021, alla lotteria degli scontrini viene affidato anche il compito di incentivare i consumatori a scegliere metodi di pagamento tracciabili, abbandonando progressivamente l’utilizzo di denaro contante.

Sono queste le motivazioni alla base del gioco a premi di Stato, introdotto nel 2017 e più volte prorogato, ad ultimo dal decreto legge Milleproroghe del 31 dicembre 2020, che affidava ad Agenzia delle Entrate e Dogane il compito di definire la data ufficiale di avvio.

Il provvedimento definitivo è stato pubblicato sabato 29 gennaio 2021, confermando l’avvio della lotteria degli scontrini a partire dalle spese effettuate dal 1° febbraio 2021. Nonostante le difficoltà riscontrate da molti esercenti, non c’è una nuova proroga della riffa di Stato.

La lotteria degli scontrini sarà a partecipazione facoltativa: solo chi comunicherà il codice al commerciante concorrerà alle estrazioni.

Potranno partecipare alla lotteria degli scontrini, per gli acquisti effettuati con mezzi tracciabili dal 1° febbraio 2021, tutte le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione.

Il gioco a premi anti evasione si lega all’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi per tutti gli operatori IVA, il cosiddetto scontrino elettronico obbligatorio dal 1° gennaio 2020.

La lotteria degli scontrini è una misura anti-evasione che coinvolge direttamente il consumatore, il quale al momento dell’emissione dello scontrino dovrà fornire al rivenditore del bene o al professionista il proprio codice lotteria per poter partecipare all’estrazione dei premi mensili ed annuali previsti.

Il codice rilasciato finirà nel calderone di dati che il titolare di partita IVA dovrà trasmettere all’Agenzia delle Entrate che, a sua volta, fornirà le informazioni necessarie per l’estrazione a sorte all’Agenzia dei Monopoli.

Lotteria degli scontrini 2021, nessuna sanzione per gli esercenti

Il Decreto Fiscale 2020, per evitare intoppi sulla riuscita del piano anti-evasione del Governo, aveva inizialmente introdotto una sanzione per evitare il boicottaggio della lotteria degli scontrini.

Nella prima versione del provvedimento era prevista una sanzione dai 100 ai 500 euro per i commercianti che avessero rifiutato di comunicare i dati del cliente all’Agenzia delle Entrate.

Nella legge di conversione, la sanzione è stata sostituita dalla possibilità per il consumatore di segnalare l’esercente che rifiuterà di indicare i dati necessari per la partecipazione alla lotteria degli scontrini.

Il cliente “spia” del Fisco contribuirà alla predisposizione delle liste di professionisti ed imprese a rischio evasione, nei confronti dei quali si concentreranno i controlli dell’Agenzia delle Entrate.

Le segnalazioni potranno essere effettuate soltanto dal 1° marzo 2021.

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (Cookies & GDPR). maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi